Le ragioni di una scelta: xDams Open Source

di Giovanni Bruno 8 febbraio 2012 4

Il prossimo 14 febbraio prende avvio con un seminario online il percorso destinato a portare, entro il mese di aprile, al completo rilascio della piattaforma xDams in versione Open Source (con codice sorgente aperto, riutilizzabile  e modificabile).
È un passo importante per regesta.exe; una decisione assunta ormai un anno fa, che in questi mesi ha impegnato l’intera struttura produttiva. Ho discusso e analizzato i diversi aspetti di questo progetto in un articolo apparso sull’ultimo fascicolo monografico di “Archivi & Computer” (1/2012), interamente dedicato a “Software open-source per gli archivi”.
Vorrei qui solo riassumere i punti principali della nostra iniziativa, passare rapidamente in rassegna le ragioni e le valutazioni che ci hanno condotto ad operare questa scelta.

La presentazione pubblica del progetto xDams Open Source andrà in onda sul sito xdams.org martedì 14 febbraio alle ore 11

La decisione che abbiamo assunto di produrre la nuova versione di xDams in modalità Open Source deriva da una riflessione, avviata da tempo al nostro interno ed anche sui post pubblicati in questo sito, su piani di analisi sovrapposti:

  • Osservando le dinamiche in atto nell’odierna economia digitale, sembra affermarsi la convinzione che l’opzione Open Source nello sviluppo software non possa più essere ridotta solo ad una questione di contenimento dei costi, ma incida sulla qualità degli strumenti e sulla capacità stessa di innovazione del software; che attraverso questa strada sia possibile ridare centralità alle esigenze della molteplicità degli utenti rispetto alle decisioni di pochi grandi produttori.
  • Questo riequilibrio, dal centro alla periferia, crediamo che rappresenti una condizione vitale di sviluppo, in particolare per il mondo dei patrimoni culturali, per costruire una propria presenza sulla rete in modo consapevole, autonomo e plurale; in grado di alimentare la nuova economia digitale che si va strutturando di contenuti di qualità, di ampliare il bacino delle risorse disponibili sul mercato digitale, renderle visibili e raggiungibili attraverso la rete, garantire la loro integrità e riusabilità
  • Infine, a sostegno della decisione assunta, hanno operato alcune motivazioni sull’evoluzione del prodotto che abbiamo realizzato in questi dieci anni: la maturità tecnica e applicativa raggiunta dalla piattaforma xDams; la consapevolezza delle potenzialità di ampliamento delle occasioni di impiego di una soluzione del genere in settori non ancora sperimentati; la possibilità di assicurare una più ampia base di supporto tecnico e progettuale attraverso la creazione di una comunità attiva a sostegno di una piattaforma Open Source nel campo della gestione dei contenuti culturali digitali.

Per tutti coloro che siano interessati l’appuntamento è, quindi, per martedì 14 febbraio alle ore 11. La presentazione pubblica andrà in onda sul sito xdams.org e sul nostro canale Ustream. Durante la presentazione sarà possibile partecipare alla discussione in chat, effettuando una semplice registrazione. Abbiamo scelto la forma del seminario on line perché intendiamo in questo modo avviare una riflessione comune e non episodica, che possa proseguire anche nei giorni a venire attraverso la rete; una discussione aperta che possa aiutarci in questa nostra scommessa.

FacebookTwitterTechnorati FavoritesWordPressSlashdotOknotizieShare