A 50 anni dall’alluvione di Firenze

di redazione 4 novembre 2016 0

cimabueGiornali, radio, televisioni ricordano con speciali e materiali multimediali l’alluvione di Firenze, avvenuta ormai 50 anni fa. Radio 3 Rai  ripubblica una puntata di Wikiradio, o consente agli utenti di ascoltare i Giornali radio dell’epoca; su Repubblica online è possibile vedere lo storico documentario di Mario Carbone restaurato dalla Cineteca di Bologna Firenze, novembre ’66 con la voce di Albertazzi, i testi di Pratolini, la musica di Potenza, il bianco e nero del grande fotografo/ documentarista, il Post mostra un video originale del Ministero dell’Interno o la testimonianza del giornalista Marcello Giannini, che in collegamento con il telegiornale nazionale fece sentire il rumore dell’acqua per le strade di Firenze, dicendo: «Se apro la finestra, tanto per dare l’impressione di cosa c’è sotto di noi, se si sente il rumore. (…) Ecco, questo non è un fiume, non è un fiume, ma è la via Cerretani, è la via Panzani, è il cuore di Firenze invaso dall’acqua», Sky arte con il documentario “Firenze 66-Dopo l’alluvione”,  che ricorda i danni al patrimonio artistico cittadino ricoperto dal fango e dall’acqua,  sottolinea il cambio di passo che quella tragedia innescò accelerando lo sviluppo di nuove conoscenze e nuove competenze nei campi del restauro e della tutela dei beni culturali, La Stampa ricorda  tra l’altro il salvataggio del Crocifisso di Cimabue (qui nell’Archivio Luce possiamo rivedere le immagini del restauro del Crocifisso di Santa Croce) in un articolo dedicato alle inchieste giudiziarie aperte sui grandi disastri ambientali (Firenze 1966, Biella nel 1969, Genova nel 1970,  Stava nel 1985, Sarno nel ’98, ancora Genova nel 2011, Olbia nel 2013).

Noi, con l’Archivio Cederna e con la mappa dei paesaggi di Antonio Cederna,  che conservano, valorizzano  interventi e materiali di lavoro del grande ambientalista,  ricordiamo le incessanti battaglie combattute da Cederna in difesa del suolo, contro la distruzione della natura in Italia (“terra di nessuno” scriveva nel 1970) contro le calamità “provocate”  (“Se volete la verità non cercate lontano” titolava su Repubblica dopo il disastro in Val di Stava nell’85). Articoli e interventi che rivivono anche nelle nostre incursioni d’archivio:   4 novembre 1966, l’alluvione di Firenze, Alluvione programmata, Alluvione programmata: Carrara, Appunti su Palazzo Canevari.