Navi dei veleni: nuove desecretazioni della Commissione sul ciclo dei rifiuti

di 16 febbraio 2017 0

La Commissione Parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, presieduta da Alessandro Bratti, ha declassificato sessantuno documenti – forniti dal SISMI, il Servizio segreto militare, oggi Aise – sul tema della “nave dei veleni”. Contengono analisi, note e rapporti informativi dei servizi segreti militari, che arrivano fino a metà degli anni 2000, riguardanti soprattutto l’attività di contrasto dei traffici illegali di rifiuti, in particolare quelli radioattivi. Tra i documenti visionabili
un rapporto dei servizi su Giorgio Comerio, imprenditore navale, oggetto di un’indagine del SISMI in relazione ad una serie di traffici clandestini –  smaltimento di scorie nucleari e rifiuti tossici, riciclaggio di denaro, contrabbando di armi. Una breve ricognizione dei documenti desecretati è contenuta in un articolo de La nuova ecologia, del 9 febbraio scorso.
Nel 2014 era stato il Presidente della Camera Boldrini ad annunciare la  desecretazione degli atti della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’omicidio Alpi-Hrovatin e quelle della XIII, XIV e XVI legislatura sul ciclo dei rifiuti (le cosiddette “navi dei veleni”). Fu così possibile ideare e realizzare l’archivio digitale su Ilaria Alpi e Miran Hrovatin,  pubblicando tutta la documentazione raccolta dal Parlamento sul caso dei due giornalisti uccisi.

Share