Collezioni e archivi audiovisivi in rete: saperi condivisi, uso pubblico

di 22 maggio 2017 0

Di questo si parlerà domani al convegno, promosso dalla Fondazione AAMOD,  a circa un anno dall’incontro organizzato –  sempre dalla Fondazione –  sulle fonti audiovisive nell’era della rete (Quale accesso e quali riusi tra diritto d’autore, copyright, pubblico dominio, creative commons, era il titolo dell’incontro dell’paprile 2016).  Una sorta di secondo atto.
Come illustra Letizia Cortini, curatrice del seminario assieme al presidente dell’AAMOD Vincenzo Vita, l’obiettivo è quello di “far dialogare campi disciplinari e professionalità diverse che da anni si misurano con la valorizzazione delle risorse audiovisive in rete, che organizzano e restituiscono sul web 2.0 le fonti storiche filmiche, che creano, usano, riusano, diffondono e veicolano messaggi, contenuti, punti di vista, beni culturali nella rete, nelle forme e nei racconti propri dei documenti audiovisivi”  e di analizzare “gli ambienti, i contesti, le piattaforme prodotti oggi per la loro organizzazione, gestione, restituzione in rete”. 

Il comunicato stampa diffuso dall’Archivio del movimento operaio e democratico sottolinea il valore scientifico ed etico del convegno: si tratta di ““configurare linee di tendenza, prassi, metodologie basate sulla socializzazione delle conoscenze, grazie agli archivi in rete e al loro uso, come antidoto all’omologazione e alle logiche del “pensiero unico”.

Al seminario interverranno, per regesta.exe, Giovanni Bruno ed Antonella Pagliarulo, che tratteranno, rispettivamente, delle fonti filmiche nel web dei dati e di comunicazione delle collezioni audiovisive nel web.

Per chi voglia approfondire i temi trattati lo scorso anno rinviamo alle videoregistrazione di Radio Radicale.


Il convegno si svolgerà domani,  23 maggio 2017, dalle 9.30, presso la Sala Zavattini della Fondazione,  in via Ostiense 106.
L’ingresso è, naturalmente, libero.

Scarica qui il programma della giornata.

Aggiornamento: il 25 maggio Radio Radicale ha pubblicato online, integralmente (come è consuetudine di questa radio)  il convegno, la cui videoregistrazione  può essere seguita a questo link  

Share