iRisorgimento

di 18 aprile 2012 1

Nell’ambito delle iniziative che hanno caratterizzato le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia e che si sono concluse lo scorso 17 marzo, un rilievo particolare lo hanno avuto quelle legate al mondo dei nuovi media: portali tematici, timeline e applicazioni per tablet e smartphone che consentono, attraverso un uso consapevole e spesso innovativo delle tecnologie, di superare le scadenze di chiusura delle iniziative promosse per i 150 anni, di integrare nel tempo risorse digitali e partner promotori dei progetti culturali realizzati con le celebrazioni e di ampliare il bacino degli utenti. Tra le ultime applicazioni pubblicate segnaliamo la scorsa settimana iRisorgimento, prodotta da regesta per la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

iRisorgimento consente di navigare i percorsi multimediali costruiti con la documentazione tratta dal patrimonio archivistico e bibliotecario di Fondazione Feltrinelli, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Fondazione Istituto Gramsci

Scaricabile gratuitamente su iTunes e pensata solo per iPad consente di navigare i percorsi multimediali, costruiti con la documentazione tratta dal patrimonio archivistico e bibliotecario dei tre enti promotori – Fondazione Feltrinelli, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Fondazione Istituto Gramsci – che spiegano e approfondiscono il Risorgimento italiano.

È possibile vedere in streaming un ciclo di Lezioni sui principali momenti e temi dell’esperienza risorgimentale affidate a noti studiosi; si inizia con la Lectio Magistralis di Franco della Peruta, uno dei maggiori storici del Risorgimento italiano, recentemente scomparso, che racconta, con l’Italia reale del Risorgimento, le campagne e le città, le condizioni dei contadini e lo sviluppo industriale, la miseria e l’alimentazione, le malattie e il lusso.

I video sono organizzati in quattro sezioni: la prima comprende le letture d’autore in cui Iaia Caputo, Cristina Comencini e Simonetta Agnello Hornby rileggono rispettivamente Senso di Camillo Boito, Il Gattopardo di Giuseppe Tommasi di Lampedusa e I viceré di Federico De Roberto; Maurizio Maggiani ci intrattiene su Risorgimento e memoria popolare. Le “Storie di un secolo” raccolgono gli interventi di autorevoli storici; nelle Note d’autore si parla di musica e Risorgimento e si rende disponibile un concerto eseguito in occasione delle celebrazioni per il centenario della scomparsa di Giuseppe Martucci, fondatore e primo direttore dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Per finire,  i lavori del convegno di Cortona (2-4 dicembre 2010) che con il titolo “La nazione vissuta, la nazione narrata” ha visto storici e studiosi confrontarsi sui temi delle Storiografie, le memorie, le rappresentazioni dell’Italia unita nell’Italia repubblicana.

Un’altra sezione dell’applicazione raccoglie il materiale iconografico della mostra 150 anni di Unità nella biblioteca della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli: si tratta di venticinque pannelli comprendenti caricature, proclami, frontespizi, fotografie e citazioni, tutti materiali interessanti e poco conosciuti.

L’applicazione raccoglierà nel tempo la pubblicazione di una straordinaria biblioteca di testi risorgimentali. Divisa in varie sezioni comprenderà, tra gli altri, i testi dei maggiori protagonisti del nostro Risorgimento quali Cavour, Mazzini, Garibaldi, Gioberti, D’Azeglio, Pisacane, Sella, Abba, solo per citarne alcuni.

Share