The Net. La rete come fonte e come strumento di accesso alle fonti

Un incontro presso l'Archivio storico del Quirinale per riflettere sul ruolo chiave dell’archivista in un mondo sempre più web-oriented
di 8 giugno 2018 0

Una fotografia della Sala Convegni nel corso dell’incontro L’Archivio storico della Presidenza della Repubblica nei vent’anni della sua istituzione. Custodire gli archivi. Conoscere per condividere la memoria, 20.09 2016

Lunedì 11 giugno 2018 alle 16.00, nella Sala convegni dell’Archivio storico della Presidenza della Repubblica sarà presentato il volume “The Net, La rete come fonte e come strumento di accesso alle fonti“.

Ad ospitare e coordinare l’incontro Marina Giannetto,  Sovrintendente dell’Archivio storico della Presidenza della Repubblica.
Ne discutono: Francesco Bonini, Professore di Storia delle istituzioni politiche e Rettore Università LUMSA Roma, Linda Giuva, Professore di Teoria e tecnica dell’ordinamento e della descrizione archivistica presso DOLIFIGE, Università di Roma Sapienza, Laura Moro, Direttore ICCD, Giovanni Paoloni, Professore di Storia e politiche della scienza e della ricerca presso DOLIFIGE, Università di Roma  La Sapienza

Al centro dell’incontro la riflessione sul ruolo chiave dell’archivista, sia nel processo di formazione delle fonti digitali, sia in quello di conservazione in un mondo sempre più interconnesso e web-oriented

Come si legge nel nuovo portale dell’Archivio storico del Quirinale,  “in un mondo sempre più interconnesso e web-oriented, dove gran parte dell’attività umana si esprime in sequenze di bit, l’Incontro si propone di riflettere sul mestiere dell’archivista oggi da tre prospettive: culturale, giuridica e tecnologica. Di fronte alla tendenza ad affidare ad altri il digitale, quasi ciò rappresentasse una rottura della professione, la giornata di studi sottolinea al contrario il ruolo chiave dell’archivista, sia nel processo di formazione delle fonti digitali, sia in quello di conservazione, evidenziandone punti di forza e criticità. La professione di archivista ha infatti conosciuto, con una rapidissima accelerazione, cambiamenti che hanno imposto prospettive diverse, in larga parte dovute agli avanzamenti della tecnologia. Da quasi venti anni, la rete ha infatti un ruolo di primo piano per l’archivista. Il volume che si presenta nell’incontro dell’11 giugno risponde all’esigenza di fornire all’archivista un quadro dello “stato dell’arte” di questa situazione e, allo stesso tempo, equipaggiare il fruitore delle nozioni e degli strumenti più utili per consentirgli di svolgere il proprio lavoro con piena consapevolezza dei progressi compiuti dalla disciplina archivistica”


Il volume raccoglie gli Atti del convegno di  Firenze del 25 febbraio 2016. E’ a cura di Andrea Becherucci e Francesca Capetta, Edizioni di Storia e Letteratura, 2017.

 

Share