Inchieste parlamentari: il nuovo portale della Camera

di 9 Maggio 2019 0

Nel Giorno della memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi celebrato oggi a Montecitorio con una cerimonia presenziata dal Capo dello Stato Sergio Mattarella, dai presidenti della Camera e del Senato  Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati, dai familiari delle vittime del terrorismo  – Carlo Arnoldi, orfano per la strage di piazza Fontana, Benedetta Tobagi figlia del giornalista Walter Tobagi assassinato dalla Brigata XXVIII marzo, Olga d’Antona, vedova del giuslavorista Massimo D’antona ucciso dalle nuove BR – è stato pubblicato il nuovo portale delle Commissioni parlamentari di inchiesta, realizzato in attuazione di un indirizzo espresso dall’Ufficio di Presidenza della Camera.

E’ stato lo stesso Presidente Fico ad illustrarne ragioni e prospettive nel corso del suo intervento parlando della necessità di rendere conoscibili documenti non pubblici e più fruibili resoconti e atti messi a disposizione.   

Il sito vuole essere, si legge nella pagina introduttiva, “un punto unitario di accesso agli atti parlamentari e alla documentazione relativa all’attività svolta dalle Commissioni parlamentari d’inchiesta che hanno operato presso la Camera dei deputati dalla I alla XVII legislatura.  “Il Portale”, prosegue, “è finalizzato ad agevolare la consultazione in via digitale degli atti parlamentari e della documentazione formata o acquisita dalle predette Commissioni e riversata all’Archivio storico della Camera al termine dei loro lavori”.

Sono accessibili, laddove disponibili, per ciascuna Commissione di inchiesta inserita nel Portale:

  • le fonti normative
  • la composizione
  • i resoconti parlamentari, inclusi quelli desecretati
  • la documentazione acquisita dalla Commissione e versata all’Archivio storico della Camera (sia quella originariamente versata in regime di libera consultazione sia quella successivamente declassificata)
  • le relazioni e i documenti approvati
  • le pubblicazioni eventualmente promosse dalla Commissione

Si possono dunque consultare al momento i resoconti, individuabili attraverso il calendario delle sedute, l’elenco dei documenti versati all’Archivio storico, con il cui sito il portale è integrato, quelli relativi all’istituzione delle seguenti Commissioni:

  • Commissione parlamentare di inchiesta sui risultati della lotta al terrorismo e le cause che hanno impedito l’individuazione dei responsabili delle stragi  
  • Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse
  • Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin
  • Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti

Per alcune Commissioni sono inoltre accessibili pubblicazioni, relazioni presentate e, per la Commissione sulla morte  di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, i resoconti desecretati.

L’accesso alla documentazione prodotta o conservata sarà progressivamente esteso a tutte le Commissioni d’inchiesta i cui atti sono conservati dall’Archivio storico della Camera.

Le sezioni del Portale saranno oggetto di aggiornamento e implementazione – prosegue il sito – anche in relazione allo stato di avanzamento dei progetti in corso concernenti l’inventariazione e la digitalizzazione della documentazione cartacea versata presso il predetto Archivio.

Il portale è raggiungibile dal sito della Camera dei deputati, dal portale storico della Camera dei deputati, dall’Archivio storico della Camera. Tutte le pagine presentano la composizione delle commissioni e collegano le informazioni sui componenti con le schede  biografiche dei deputati presenti nel portale storico della Camera.

Il sito si integra con le pagine del sito dell’Archivio storico della Camera, gestito dall’applicazione xFea realizzata per la Camera e ri-usa il repository dei linked data sull’attività e gli organi della Camera della piattaforma dati.camera.it.  Entrambi i progetti sono curati da regesta.exe.
L’interfaccia grafica del portale è di Alessandro Antonuccio di hstudio che con regesta.exe ha anche curato il rinnovamento del sito dell’Archivio storico della Camera, recentemente ridisegnato.

Share