In fila indiana per l’Appia Antica

Ricordando Antonio Cederna
di 19 Febbraio 2016 0
Giuseppe Cederna nel Parco dell'Appia Antica

Giuseppe Cederna nel Parco dell’Appia Antica

Organizzata dall’Associazione Bianchi Bandinelli si è svolta il 13 febbraio scorso la marcia in memoria di Antonio Cederna, scomparso venti anni fa. Una passeggiata che ha che ha inaugurato la serie di iniziative in programma per ricordare la figura del grande giornalista, politico e ambientalista italiano, in nome del quale sono state condotte storiche battaglie in difesa della Regina Viarum e del Parco della Via Appia: “Dal 1996 molte cose sono state fatte” — ha spiegato Rita Paris, Direttrice del Parco dell’Appia Antica, alla guida della “marcia” assieme ai figli di Antonio Cederna Giuseppe e Giulio, al Presidente del Comitato per la Bellezza Vittorio Emiliani,  al Presidente dell’associazione Bianchi Baldinelli Vezio De Lucia –  “lo Stato ha riaperto al pubblico la tomba di Cecilia Metella, la Villa dei Quintili, Capo di Bove (che dal 2006 accoglie l’archivio Cederna) – e Santa Maria Nuova“. “Il momento – ha aggiunto Emiliani –  sarebbe favorevole per l’acquisto da parte dello Stato di tanti terreni agricoli dove sorgono resti archeologici e importanti mausolei”.  Serpeggiava però la preoccupazione per la riforma del MIBACT appena avviata dal Ministro Franceschini (il Parco dell’Appia Antica si sta trasformando in un istituto autonomo): i dubbi investono l’assetto organizzativo (“se soprintendenza e parco si separano, chi gestirà per esempio l’archivio di Cederna?”) e finanziario (“Perché far diventare autonoma una realtà che non è in grado di finanziarsi?”).

Rita Paris e Vezio De Lucia nel Parco

Rita Paris e Vezio De Lucia nel Parco

Intanto si guarda ai prossimi appuntamenti per i vent’anni dalla morte: «il 17 marzo alla Camera , con Walter Tocci, ricorderemo il Cederna politico, consigliere comunale e poi deputato, promotore della legge per Roma Capitale», ha anticipato De Lucia. Tra le iniziative in programma anche «una mappa delle sue battaglie per l’Italia, con gli interventi legati ad ogni singolo luogo» e una raccolta «delle battaglie che Antonio non ha potuto fare, gli scempi contro l’Italia di questi ultimi vent’anni».

 

Qui una selezione degli scritti di Cederna; per approfondire la cronaca della giornata leggi la rassegna stampa sul sito dell’Archivio Cederna e l’intervento di Vittorio Emiliani

Share