Una nuova filosofia per gli archivi: fare sistema

di 16 Novembre 2009 0

Così Lucia Nardi, Responsabile iniziative culturali eni, ha spiegato nel corso della tavola rotonda “Energia in Luce La memoria degli italiani – Un tesoro negli archivi” organizzata in occasione della Settimana della cultura d’impresa, le ragioni profonde dell’accordo stretto tra l’archivio storico dell’eni e Cinecittà Luce per la valorizzazione del patrimonio audiovisivo storico prodotto dalla grande azienda energetica italiana. E “fare sistema” è stato l’auspicio di Gaetano Blandini, Direttore generale cinema del MIBAC, che ha anche invocato un ruolo attivo in tal senso della Direzione generale degli archivi. Luciano Sovena, Amministratore Delegato Cinecittà Luce, ha evidenziato le parti comuni ai due archivi e la possibilità di costruire una storia d’Italia completa, attraverso l’integrazione del patrimonio Luce con i materiali Eni sulla politica energetica nel nostro Paese.

Il direttore dell’Archivio storico Luce Edoardo Ceccuti, (che vediamo nella foto dell’evento) ha sottolineato l’importanza di “mostrare” , “rendere disponibili” i documenti superando le tradizionali resistenze del settore: conservare e mostrare hanno le stessa priorità. E’ poi passato ad illustrare il portale “Energia in Luce” realizzato da regesta.exe con selezioni dei materiali audiovisivi dell’archivio Luce e dell’archivio eni. Ad un nucleo di 270 documenti si aggiungeranno le immagini che l’eni – con i suoi 1500 audiovisivi e le 400.000 immagini – renderà man mano disponibili.

Share