Il Cammino dell’Appia: un grande progetto nazionale

La valorizzazione della via Appia lungo l'antico tracciato romano
di 24 Settembre 2015 0

Nel tuo nome, Antonio Cederna, diremo di meraviglie e misfatti, di incanti e nefandezze, e sempre nel tuo nome intingeremo equamente la nostra penna nel calamaio della rabbia e in quello dello stupore, rifuggendo dallo sterile anatema, pur di lasciare una traccia, purché il viaggio non resti senza seguito e il Paese si riappropri di questo bene scandalosamente abbandonato”: l’invocazione al protagonista di tante battaglie in difesa della Regina viarum è del giornalista Paolo Rumiz che ha percorso a piedi, dal 2 agosto al 4 settembre, tutta la via Appia, raccontando il viaggio sulle pagine di Repubblica.

Presentato a Roma il 23 settembre scorso un progetto di valorizzazione e messa a sistema della via Appia lungo l’antico tracciato romano, da Roma a Brindisi, firmato MiBACT

Ieri 23 settembre, al complesso di Capo di Bove, dove è conservato l’archivio Cederna, è intervenuto il ministro dei Beni e delle Attivita’ culturali e del Turismo, Dario Franceschini per lanciare un progetto di valorizzazione e la messa a sistema del percorso lungo l’antico tracciato romano, da Roma a Brindisi: “il Cammino dell’Appia e’ un grande progetto nazionale su cui stiamo lavorando. Ho gia’ sentito i presidenti delle quattro regioni attraversate dall’Appia. Il 14 ottobre ci incontreremo sulla base della norma contenuta nell’Art bonus che ci consente di dare un’unita’ di gestione ai progetti che attraversano piu’ regioni. Diventera’ un grande progetto nazionale e, se riusciremo, porteremo su questo anche risorse dell’Unione europea”.

In attesa del riconoscimento della Via Appia nella lista del Patrimonio dell’Umanità Unesco auspicata dal MIBACT, il progetto di valorizzazione prevede tra l’altro– si legge nell’opuscolo informativo del Ministero– la puntuale identificazione del tracciato, la realizzazione di opere necessarie alla piena fruizione turistica (percorsi, itinerari, circuiti) una stretta collaborazione tra i diversi livelli istituzionali, le comunità organizzate e le strutture scientifiche e imprenditoriali per la creazione di infrastrutture materiali e immateriali.

Alla conferenza di presentazione del progetto sono intervenuti la soprintendente dell’Appia, Rita Paris, responsabile dell’Appia per la Soprintendenza, il soprintendente ai Beni archeologici di Roma, Francesco Prosperetti, e il direttore di La Repubblica, Ezio Mauro.

regesta.exe ha firmato in passato con la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Roma due progetti di valorizzazione legati all’Appia Antica: l’archivio Cederna e il sito viaappiantica.com

 

Share