La via Appia. Laboratorio di mondi possibili

di 21 giugno 2011 0

Si inaugura domani, presso il complesso di Capo di Bove sulla Via Appia antica, la mostra fotografica “La via Appia. Laboratorio di mondi possibili”.  Si tratta di circa 80 immagini scattate in diversi periodi: dall’800 all’inizio del ‘900, gli anni tra il 1950 e il 1970 e oggi. Gli autori delle foto storiche sono, tra gli altri, John Henry Parker (1806 -1884), Dora e Agnese Bulwer (1890-1930 ca.), Esther Boise Van Deman (1862-1937), James e Domenico Anderson (1813-1877), Thomas Ashby (1891-1925).  Immagini,  documenti d’archivio e alcuni articoli di giornali raccontano le tappe principali della tutela dell’Appia. Fotografie aeree scattate in periodi diversi illustrano come si sia modificato l’agro romano attraversato dall’asse della Via Appia. Alcune foto esposte fanno parte dell’Archivio Cederna che domani, in occasione dell’inaugurazione, sarà accessibile online con un nuovo portale di consultazione, rinnovato nella grafica e arricchito di nuova documentazione: oltre 4000 scatti e  2548 articoli scritti da Cederna e  disponibili in pdf.  Si va dai primi resoconti dei suoi scavi archeologici all’ultimo intervento per l’Appia Antica,  ordinati per testata, ricercabili nel sito per parola.  Il mondo, Roma Ieri oggi e domani, L’Espresso, il Giorno: sono solo alcune dei periodici  per i quali il giornalista scrisse, di ambiente, di urbanistica. Ecco alcuni titoli:  “I gangsters dell’Appia”, “Per fare un bacino elettrico rischiano di distruggere la più bella valle del Trentino. I vandali di montagna”,   la serie “I Vandali in casa”, “A trent’anni dalla sua nascita lo stato punta molto sulla diffusione della cultura ambientale. Israele: ecologia per tutte le scuole”… .

Il progetto di informatizzazione e valorizzazione dei materiali d’archivio  è curato da Regesta.exe.
La mostra, organizzata dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma,  è visitabile dal 23 giugno all’11 dicembre 2011 nel complesso di Capo di Bove – Via Appia Antica 222,  tutti i giorni dalle 10 alle 16, la domenica dalle 10 alle 18. L’ingresso è libero.

Scarica il comunicato stampa

Share