Online il portale di documentazione parlamentare: testi ricercabili e riusabili liberamente

Montecitorio, dal 2011 un pioniere delle tecnologie LOD per l’open government
di 21 giugno 2018 0

Dossier, temi, contributi speciali sui provvedimenti in esame, infografiche, segnalazioni: da questa settimana la produzione realizzata dai servizi di documentazione della Camera a supporto dell’attivita’ legislativa di Camera e Senato è ricercabile online e totalmente condivisibile in un nuovo portale di documentazione parlamentare. Ogni contenuto può essere riutilizzato in modo aperto, citando la fonte –  cosa che, sottolinea il comunicato stampa diffuso dell’AGI –  fino ad oggi non poteva avvenire a causa di restrizioni di vario tipo.

Montecitorio conferma e attualizza la scelta pioneristica compiuta fin dal lontano 2011 con l’adozione di tecnologie del web semantico per gestire la documentazione storica e corrente: la piattaforma pubblicata in questi giorni è fondata sul repository di Linked Open Data – realizzato in occasione delle iniziative, in questo caso non effimere, promosse nel nostro Paese per 150 anni dell’unità d’Italia –  che alimenta anche il sito di pubblicazione e condivisione dei LOD sull’attività e gli organi della Camera dei deputati, dati.camera.it ed il portale storico. Il portale della documentazione parlamentare è una nuova tappa del processo di progressiva apertura dei dati parlamentari; un progetto al quale regesta ha partecipato fin dalla nascita (qui un approfondimento che ne racconta la storia)  in stretta collaborazione con il servizio informatico di Montecitorio.

Testi ricercabili e riusabili liberamente: Montecitorio conferma e attualizza la scelta pioneristica compiuta fin dal lontano 2011 con l’adozione di tecnologie del web semantico per gestire la documentazione storica e corrente

Grazie al repository digitale dinamico, basato su standard e formati aperti, costruito interamente su tecnologie e framework open source, già dallo scorso anno i parlamentari hanno avuto a disposizione un’app, Geodoc, per essere aggiornati sui contenuti digitali prodotti dal servizio di documentazione della Camera. Ora le possibilità si ampliano per abbracciare l’intero pubblico web.  

Il nuovo sito di Montecitorio  è dunque, si legge nel comunicato, “un portale unico in Europa non solo per la completa apertura in termini di infrastruttura informatica (basata su open source) e di formati, ma anche per la ampiezza e il livello di approfondimento delle tematiche trattate nei contenuti, che costituiscono la base di conoscenza predisposta in modo indipendente dai servizi di documentazione, strutture specialistiche amministrative che in ambito istituzionale supportano i parlamentari”.

I contenuti possono essere consultati in varie modalita’: sulla base della sfera di competenze delle singole Commissioni o in base a macroaree tematiche. La novita’ piu’ rilevante, pero’, e’ la possibilita’ di procedere a una ricerca trasversale su tutti i contenuti, come si fa comunemente col motore di ricerca “Google” per quanto riguarda il web, e cioe’ a testo libero sugli interi testi.

Il “Portale della documentazione parlamentare” è raggiungibile sia dall’home page del sito camera.it che direttamente all’indirizzo dedicato ai temi https://temi.camera.it

Il layout grafico del portale è a cura di Alessandro Antonuccio di hstudio.

Share