Una visione bellissima e felice di Napoli per chi sbarca in aereo

In mostra 80 servizi fotografici dell’Archivio Carbone adottati dall’aeroporto di Capodichino
di 21 agosto 2018 0


“Che meravigliose immagini propone l’aeroporto internazionale di Capodichino esponendo una selezione del mitico Archivio Carbone”: è l’apprezzamento dello scrittore Maurizio de Giovanni per la mostra fotografica allestita al primo piano del Terminal di Capodichino, nello spazio dedicato all’arte, dall’aeroporto di  Napoli, che ha aderito alla campagna adotta un servizio lanciata dall’Associazione Riccardo Carbone ONLUS per salvare e valorizzare gli oltre 500.000 scatti realizzati a Napoli dal fotogiornalista del Mattino Riccardo Carbone (1897-1973).

Gli scatti adottati dall’Aeroporto – qui tutti i reportage scelti da Capodichino –  raccontano gli arrivi e le partenze di attori, cantanti, sportivi, personalità del mondo politico italiano ed internazionale; sullo sfondo, a fare da scenario, gli ambienti dell’aeroporto: “è il 1955 quando Frank Sinatra atterra a Napoli e alle sue spalle la struttura dell’aeroporto ci appare quasi come una stazione ferroviaria”, racconta il comunicato stampa; “solo anni  dopo inizia a prendere corpo l’aeroporto come lo conosciamo oggi: sono eleganti gli arredi che si scorgono già nei primi anni ’60, gli anni della “Dolce Vita” che vedono arrivare a Capodichino anche viaggiatori dal “sangue blu”.

Le immagini, circa 50, selezionate per arricchire gli spazi espositivi al primo piano, nelle immediate vicinanze degli imbarchi, saranno in mostra per tutta l’estate ed accompagneranno i tantissimi viaggiatori in partenza da Capodichino: gli scatti stampati sui pannelli della mostra ritraggono arrivi e partenze di Myrna Loy e Peggy Crumming nel 1948, Eisenower nel 1952, Renato Carosone nel 1957, Aurelio Fierro nel 1960, Josè Altafini nel 1965, gli Harlem Globetrotter nel 1966…

La salvaguardia, anche fisica, dell’archivio fotografico e l’impegno verso la città, per la condivisione di un patrimonio di storia, memoria e identità collettiva, sono le due direttrici del progetto promosso dall’Associazione Riccardo Carbone ONLUS, sostenuto attivamente da regesta.exe che ha curato la realizzazione del portale www.archiviofotograficocarbone.it, lo strumento attraverso il quale è possibile  visionare i servizi e contribuire personalmente alla digitalizzazione e messa online dei reportage da salvaguardare (sono  ad oggi 400 servizi adottati per un totale di 20mila immagini già fruibili online).

“Lavorando sui servizi fotografici sull’aeroporto abbiamo scoperto scatti incredibili, un patrimonio” –  ha detto Letizia del Pero, vice presidente dell’Associazione  – “Chiunque può aiutarci a proseguire questo enorme lavoro adottando un servizio sul nostro sito www.archiviofotograficocarbone.it (realizzato grazie al contributo gratuito della società Regesta.exe). Andiamo dai personaggi famosi fino agli scugnizzi al mare, c’è di tutto. Cercate in questo catalogo perché vi stupirete di quello che potrete trovare”.


Qui una piccola rassegna sulla mostra a Capodichino:

“Gli scatti di Carbone in aeroporto”, Maurizio de Giovanni nel Corriere del Mezzogiorno, 10 agosto 2018
All’aeroporto di Napoli si viaggia nel tempo per salvare l’archivio fotografico“, Salvatore Falco su Euronews, 4 agosto 2018
“Nelle foto di Carbone i vip atterrati a Napoli”, Paola de Ciuceis su Il Mattino, 3 agosto 2018
Mostra fotografica Archivio Carbone all’aeroporto di Capodichino“, Fulvio Mastroianni per Terronian Magazine, 1 agosto 2018
Capodichino, l’aeroporto nelle immagini dell’archivio Carbone“, Informazioni marittime, 1 agosto 2018
Archivio Carbone, scatti inediti in mostra a Capodichino“, Corriere del Mezzogiorno, 31 luglio 2018
Fotografia, Archivio Carbone: la mostra all’aeroporto di Capodichino“, La Repubblica, 31 luglio 2018
Aeroporto in mostra le foto di Riccardo Carbone“, Napoli Post, s.d.

 

 

 

 

Share