#TrueLOD, un progetto per condividere la cultura

di 23 Dicembre 2021 0

#TrueLOD – Cultural Heritage Information Framework è un progetto di condivisione, valorizzazione e riuso di contenuti culturali della Regione Lazio sviluppato da regesta con i fondi del “Regional Development Fund (ERDF)” messi a disposizione dalla Regione grazie ad un bando pubblico. Punto di arrivo del progetto è il Portale #TrueLOD, basato su un’infrastruttura tecnologica sviluppata per la gestione di progetti di pubblicazione e condivisione di Linked Open Data (LOD) promossi da istituti culturali diversi. Il progetto promuove l’adozione di politiche di riuso dei dati prodotti e la creazione di nuovi contenuti, finalizzati a diffondere la conoscenza e l’uso dei patrimoni culturali conservati dagli istituti aderenti all’iniziativa.

#TrueLOD è rivolto alla valorizzazione, in via prioritaria, dei contenuti culturali relativi ad uno dei “luoghi della cultura” individuati, la Via Appia Antica: il Parco archeologico dell’Appia Antica conserva l’Archivio di Antonio Cederna, ricco di materiali e contenuti digitali relativi in particolare alla Via Appia e ai progetti per la sua tutela e valorizzazione. La documentazione di questo archivio rappresenta la base documentale principale sulla quale è stato costruito il progetto.

Ritratto di Antonio Cederna


Per ampliare il caso d’uso, incrementare il networking culturale, allargare l’offerta di fonti e verificare la capacità attraverso queste tecnologie di collegare patrimoni eterogenei su specifici contesti tematici, al progetto hanno aderito la Biblioteca dell’Istituto Sturzo, con le proprie collezioni digitali (archivi storici, collezioni fotografiche, raccolte audiovisive e di periodici),  la Fondazione Gramsci onlus, con le sue diverse collezioni digitali e la Fondazione Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico, con la sua ricca library audiovisiva.

#TrueLOD mette a disposizione dei soggetti partecipanti alcuni strumenti per realizzare forme di narrazione (storytelling) , attraverso i quali selezionare, raccogliere, organizzare e dare accesso alla documentazione audiovisiva, fotografica e documentale, resa disponibile in formato Linked Open Data.
Il primo strumento di accesso è costituito naturalmente dall’Endpoint SPARQL realizzato per i diversi soggetti partecipanti e “federati”  in un punto di navigazione trasversale ai dataset. Per esplorare il catalogo clicca qui.
Infine, sfruttando le capacità di arricchimento dei dati consentite dalle tecnologie Linked, si è provveduto a realizzare un’applicazione georeferenziata, che individua i “luoghi” della regione Lazio sui quali Antonio Cederna, nel corso della sua attività, ha rivolto l’attenzione per garantirne la tutela e la salvaguardia. Trenta luoghi della Regione Lazio, trenta battaglie per la tutela e la salvaguardia che Antonio Cederna ha portato avanti nel corso della sua lunga attività, che affiancano la il suo impegno continuo contro i “Gangsters dell’Appia”. Clicca qui per esplorare la mappa.

Il progetto è stato presentato il 27 ottobre 2021, in occasione  del ciclo di incontri di studio organizzati da Italia Nostra sulla Via Appia da Roma a Brindisi, dedicati ad Antonio Cederna  nel centesimo anniversario della nascita del grande ambientalista.


(aggiornamento) L’11 giugno 2022 è stato proiettato al Cinemambiente Torino, il principale evento di cinema green in Italia promosso dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, il  cortoAppia Antica. Storia di una tutela“, dedicato alla Regina Viarum, prodotto da regesta.exe nell’ambito del progetto #TrueLod 

Share