Il portale Icpal

di 5 Ottobre 2009 0

Progettato per comunicare sul web la nuova identità dell’Istituto e valorizzare il lavoro di digitalizzazione svolto finora pubblicando e rendendo fruibili in rete gli archivi istituzionali, il portale dà accesso ai contenuti digitali multimediali.

Dal punto di vista grafico regesta.exe ha curato anche l’ideazione e lo sviluppo dell’immagine dell’Istituto, del Museo e della Biblioteca.

La realizzazione del sito ha previsto l’ideazione e sviluppo di diversi “template” di navigazione conformi, per quanto riguarda la “web usability”, alle linee guida sull’accessibilità ai contenuti del WAI/WCAG 1.0, , ai requisiti enunciati dalla Legge Stanca (L.04/2004), alle caratteristiche di qualità dei siti web pubblici culturali indicate nel progetto Minerva.
Il “template” istituzionale è un formato strutturato per l’inserimento di testi (sulla missione, la storia dell’istituto) con titolo, sottotitolo, la possibilità di allegare e sfogliare immagini, inserire file di testo, indicare link pertinenti per approfondire ed arricchire i contenuti della pagina. I template per il catalogo digitale permettono ricerche con campi multipli, l’uso di dizionari di campo, la visualizzazione delle schede descrittive con i relativi allegati digitali.
Il sito documenta le attività di ricerca svolte dall’Icpal nei laboratori (di restauro, di conservazione preventiva, di conservazione dei supporti digitali, ambiente per archivi biblioteche e laboratori, di biologia, di chimica, di fisica, di tecnologia) i progetti realizzati o tuttora in corso; descrive i servizi dell’istituto (il centro di documentazione scientifica, la comunicazione e promozione culturale, didattica) i restauri effettuati ed in corso, le collaborazioni scientifiche internazionali sulle attività estere di formazione, di consulenza per progetti di restauro e conservazione; pubblicizza conferenze, mostre, corsi e seminari promossi dall’istituto.
Dal sito è possibile accedere all’area storico- informativa del Museo dell’Istituto, e compiere una visita virtuale tra le tre sezioni dedicate ai materiali, ai danni, alla prevenzione e restauro; o consultare il catalogo opac-sbn della biblioteca. Alcuni servizi sono infine disponibili on-line: la richiesta di prestito interbibliotecario, di riproduzione, di acquisto delle pubblicazioni presentate nel sito.
Le voci di ‘”agenda”, “notizie” permettono di pubblicare e aggiornare rispettivamente il calendario delle iniziative promosse o coordinate dall’Icpal, gli eventi di rilievo organizzati nel settore del restauro. Due voci infine – scuole di restauro e siti utili – segnalano istituzioni e link di interesse per l’utente del portale.

il catalogo digitale

Dal portale si accede alle collezioni digitali dell’archivio fotografico, agli articoli dei periodici che l’Icpl ha pubblicato con continuità a partire dalla sua fondazione fino al 2001, correlati alla documentazione fotografica pertinente. Il “catalogo degli oggetti” – un efficace strumento di accesso alla documentazione fotografica e agli articoli pubblicati nelle riviste – permette di visualizzare le schede relative agli oggetti – prevalentemente libri manoscritti e a stampa – sottoposti ad interventi di restauro e/o a indagini storiche e scientifiche.
La strutturazione delle informazioni nella banca dati permette ricerche mirate nei diversi archivi.
Le fotografie possono essere visualizzate attraverso l’uso di una maschera di ricerca che utilizza campi descrittivi specifici (accesso per soggetto, accesso per oggetto, supporto, datazione) o in modalità libera; attraverso il thesaurus gerarchico per categorie e descrittori realizzato utilizzando i glossari e la letteratura scientifica prodotta nell’ambito disciplinare del restauro; attraverso il “catalogo degli oggetti”. Tutte le ricerche danno accesso alle immagini e alle relative schede catalografiche.
Alle schede del “catalogo degli oggetti” si giunge con una ricerca strutturata in numerosi campi identificativi (tipologia, istituto di provenienza, descrizione). Ciascun record, oltre agli elementi descrittivi specifici, contiene riferimenti al fascicolo di restauro conservato nell’archivio del laboratorio di restauro, link alle fotografie dell’oggetto, agli eventuali articoli dei periodici collegati.
E’ possibile infine sfogliare e leggere gli articoli delle riviste pubblicate dall’Istituto, visualizzare le schede descrittive attraverso una ricerca complessa con campi specifici( accesso per autore, soggetto, testata, titolo, rubrica) attraverso il “catalogo degli oggetti”, consultando l’Indice delle testate.

Share