Le elezioni del Presidente degli Stati Uniti, i cambiamenti dell’ America nelle immagini dell’Archivio Luce

di 7 novembre 2012 0

Oggi la notizia dell’elezione di Barak Obama a Presidente degli Stati Uniti d’America, o meglio la sua rielezione, è stata data in diretta dai maggiori network mondiali (ad esclusione della Cina) e le sue prime parole sono giunte via Twitter sul quale anche milioni di Cinesi si sono tenuti informati e scambiati tweets.
Segno dell’ informazione che ha cambiato i propri tempi di propagazione sono le prime immagini della settimana Incom numero 1996 del 10 novembre 1960, che commentano la vittoria alle elezioni dell’ 8 novembre di J.F.Kennedy,  certamente il Presidente Democratico più amato e al quale Obama spesso si rifà. Nel video, visibile sul sito dell’Archivio Luce a questo indirizzo, si afferma che Kennedy ha vinto sfruttando a fondo il “nuovo mezzo propagandistico, la televisione”.

Cinecittà Luce ha recentemente portato su YouTube alcune delle sue pellicole e quindi possiamo oggi incorporare direttamente il video del suo giuramento, con le speranze e le attese riposte nell’azione del giovane ex senatore del Massachusetts.

L’Archivio Luce però racconta tanto d’altro delle elezioni Americane, nel video che segue la conclusione della “più grande battaglia elettorale a cui finora il mondo abbia mai assistito” con la vittoria del generale Dwight D. Eisenhower e le sue parole sulla guerra in Corea.

Tornando indietro nel tempo si possono rivedere i festeggiamenti per la vittoria di un un altro grande presidente democratico Franklin Delano Roosevelt, l’ideatore del New Deal e il video del suo passaggio di consegne con Hoover nel 1933.

Inoltre

  • le elezioni di Johnson, nelle cui elezioni si ricorda che hanno potuto votare tutti “uomini e donne, bianchi, negri e gialli”.
  • Le famose elezioni di Richard Nixon e gli incubi del Vietnam e dell’America “che si dibatte nella crisi”.
  • La prima “rassegna” per Herbert Hoover il presidente della Grande Depressione, con il crollo della Borsa nell’autunno del 1929.
Share