Il portale Enelikon per Enel, il patrimonio degli archivi di impresa

di 1 Agosto 2008 0

Regesta.exe ha realizzato per Enel “Enelikon“, il portale di accesso e consultazione alle eterogenee risorse documentarie (fotografie, documenti, filmati, progetti) conservate negli archivi storici e correnti.
La banca immagini intranet, da strumento di lavoro interno, è diventato un portale verticale finalizzato ad offrire all’esterno risorse e strumenti di gestione attiva dei grandi patrimoni documentari prodotti e conservati dall’azienda.

Il portale prevede:

  • una sezione fotografica, dove consultare la banca dati di oltre 15.000 immagini dell’archivio Enel – dai fondi storici Parisio o Larderello ai migliaia di scatti realizzati nel corso di importanti campagne fotografiche
  • una sezione archivi storici, per accedere al materiale documentario conservato nelle sedi territoriali dell’azienda e consultare i voluminosi dossier di riproduzioni digitali dei documenti sulla storia dell’industria elettrica nel sud Italia posseduti dall’archivio di Napoli
  • la sezione audiovisivi, per accedere ai filmati storici prodotti dai grandi gruppi elettrici italiane e all’attuale produzione di audiovisivi informativi e formativi aziendali.

Diverse le modalità di accesso e consultazione della banca dati.

La ricerca è multiarchivio: sarà l’utente a selezionare, associare nella ricerca, archivi e fondi di consultazione. La banca dati è inoltre interamente navigabile: si può accedere alle schede di descrizione ed alle immagini allegate.

La ricerca libera consente di effettuare una ricerca full text; l’opzione di ricerca avanzata permette una navigazione “mirata”nella banca dati, grazie alla possibilità di far incrociare le informazioni contenute nei diversi campi di descrizione (titolo filmati, impianti, fotografo/regista/produttore, persone citate, luoghi, soggetti, anni, b/n o colore) utilizzati per l’archiviazione del materiale.

Con “MyEnelikon” l’utente può conservare, organizzare, aggiornare nella propria cartella personale i risultati della ricerca(schede e risorse digitali); può infine condividere le raccolte con altri utenti.

Persone, enti, società, organizzazioni, impianti di produzione, trasmissione e distribuzione sono voci di authority in grado di costruire una carta di identità degli archivi conservati dall’Enel, costituiscono una specifica banca dati dove sono raccolte e organizzate informazioni rilevanti per l’azienda e la storia dell’industria elettrica.

Il progetto si è sviluppato nel corso del tempo: Regesta.exe ha curato sin dall’inizio l’intero processo di archiviazione delle risorse documentarie conservate dall’Enel.
Inventari, cataloghi, disegni tecnici, documenti del più grande archivio d’impresa in Italia, che raccontano la storia delle 1.200 società elettriche operanti prima della nazionalizzazione e, per gli anni successivi al 1963, dell’Enel. 20.000 scatti fotografici che, dall’archivio Larderello al fondo Parisio, documentano l’evoluzione tecnica, ambientale che ha caratterizzato lo sfruttamento industriale della risorsa naturale geotermica o l’elettrificazione del Mezzogiorno a partire dagli anni Trenta.
Queste le tappe principali del progetto di archiviazione e gestione curato da Regesta.exe:

  • realizzazione del sistema informativo per il trattamento dell’archivio storico Enel, secondo lo standard ISAD(G) di descrizione archivistica;
  • catalogazione e acquisizione digitale dell’archivio fotografico secondo lo standard catalografico messo a punto dall’ICCD per la descrizione delle collezioni fotografiche (scheda F);
  • catalogazione dell’Archivio audiovisivo Enel Corporate secondo lo standard di descrizione elaborato dalla Fiaf per il trattamento delle immagini.

Regesta.exe infine progetta e sviluppa la piattaforma di gestione documentale Archivi digitali Enel per il trattamento delle risorse documentarie, comprensive dei fondi storici cinematografici e della raccolta di opere d’Arte (standard di descrizione OA dell’ICCD) e realizza il “porting” XML della piattaforma documentale ADE. Tutte i materiali sono archiviati in base a norme descrittive nazionali o internazionali, i metadati codificati secondo EAD, “encoding” conforme allo standard descrittivo ISAD (G).
Gli archivi digitali Enel migrano infine sulla piattaforma Enelikon per la pubblicazione e consultazione via web delle risorse documentarie.

Share