L’Archivio storico di Intesa Sanpaolo presenta World Map

Un sito per navigare nel tempo e nello spazio la storia del gruppo Intesa Sanpaolo
di 15 novembre 2017 0

Banco di Napoli, Tripoli branch on Corso Vittorio Emanuele, illustration taken from a 1942 calendar (illustration by Giuseppe Riccobaldi)

Intesa Sanpaolo ha presentato oggi a Milano presso Gallerie d’Italia la “World Map”,  Mappa storica estero, un sito web in inglese dedicato alle radici internazionali di Intesa Sanpaolo.
“Intesa” nasce dall’accorpamento di oltre duecentocinquanta istituti di varia natura – casse di risparmio, monti di pietà, casse rurali, banche popolari, società ordi narie di credito, banche cattoliche, enti di diritto pubblico, banche di interesse nazionale. 
Attraverso un lungo lavoro di ricerca e lettura dei documenti, di raccolta e analisi dei dati, – si legge nel sito di consultazione –  l’Archivio storico del Gruppo ha ricostruito questa lunga storia che, cominciata concretamente nel 1905, passando attraverso due secoli, ha toccato oltre settanta Stati e coinvolto migliaia di persone, realizzando numerose operazioni commerciali, affari e attività.

Banca Commerciale Italiana, publicizing the bank’s presence in Berlin in a 1991 ad campaign

A questo indirizzo  è possibile ripercorrere la genealogia del gruppo attraverso la navigazione di una grande mappa e di una timeline.

La Mappa descrive le sedi operative (filiali, uffici di rappresentanza e loan production office) e le partecipazioni bancarie create o acquisite prima del 2007, anno di nascita di Intesa Sanpaolo. Fornisce però sinteticamente anche una descrizione della storia complessiva e del ruolo delle banche all’interno dei singoli Stati e traccia un breve profilo della vocazione e delle scelte internazionali dei diversi Istituti.

Tutte le informazioni – descritte in xDams, la piattaforma che raccoglie i patrimoni documentari gestiti dall’Archivio storico di Intesa Sanpolo –  sono state  riorganizzate per la pubblicazione online.

E’ possibile navigare dati e risorse attraverso la consultazione della mappa, l’accesso per banks, entities  – Representative offices (125) Subsidiaries (98) Branches (86) Loan production offices (6) Agencies (2) – countries, la timeline (dal 1905 ad oggi) la ricerca libera. Si accede alla scheda descrittiva del profilo del singolo ufficio, con riferimenti bibliografici e riproduzioni (provenienti dall’archivio fotografico e dall’archivio iconografico).  Cliccando sulla singola immagine della gallery fotografica si accede alla fotografia intera e alla didascalia esplicativa.

Il progetto di pubblicazioneè stato realizzato da regesta.exe, dal 2013 partner tecnologico dell’Archivio storico per i progetti di trattamento e pubblicazione dei dati

“E’ una storia che non illustra solo le vicende di singoli istituti bancari, ma che” –  si legge ancora nel sito  – “descrive un’epoca, fatti e realtà differenti. Racconta il Novecento e gli eventi che lo hanno segnato, ma anche la creazione della rete di rapporti internazionali tra l’Italia e il resto del mondo, di cui le banche, con i loro uffici internazionali, furono testimoni. 
La realizzazione di un progetto di così ampia portata, che ha prodotto circa 400 schede descrittive illustrate, è stato possibile solo grazie ad un proficuo lavoro di collaborazione tra gli enti conservatori degli archivi (Fondazione Banco di Napoli, Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo, accanto all’Archivio storico e ad alcune Banche del Gruppo Intesa Sanpaolo)”. 

Per accompagnare il progetto, l’Archivio storico ha pubblicato anche il dodicesimo numero della Collana “Monografie” dal titolo: Una vocazione internazionale. Le radici di Intesa Sanpaolo nel mondo (1905-2006), scaricable online

Il progetto di pubblicazione – che ha anche ri-utilizzato  metadati e risorse digitali  inseriti precedentemente su xDams  per descrivere il patrimonio documentario gestito da Intesa Sanpaolo – è stato realizzato da regesta.exe, dal 2013  partner tecnologico dell’Archivio storico per i progetti di trattamento e pubblicazione dei dati.  

 

 

 

 

Share